Vitivinicolo ed Emergenza Covid-19: le istruzioni operative di AGEA

A seguito delle problematiche connesse alle disposizioni per il contenimento della pandemia da COVID-19 il MiPAAF ha previsto proroghe e deroghe con il Decreto 3318 del 31/03/2020.

Successivamente AGEA con proprie circolari è intervenuta al fine di rendere operativo tutto quando disposto dal decreto ministeriale.

DOMANDE AUTORIZZAZIONI NUOVI IMPIANTI

Si conferma quanto già anticipato con nota Agea n. 23775 del 30/03/2020 e cioè che la data di termine per l’acquisizione delle domande di autorizzazione per i nuovi impianti viene spostata, per la presente campagna 2020, dal 31 marzo 2020 al 30 maggio 2020.

Le richieste ammissibili raccolte a livello nazionale dovranno confluire nel SIAN entro il 15 giugno 2020

MISURA RISTRUTTURAZIONE RICONVERSIONE VIGNETI 2020/2021

Il Decreto interviene modificando la data della presentazione delle domande di aiuto, che dovranno essere presentata entro il 15 luglio 2020, con apertura dei sistemi informativi il 2 maggio 2020.
Conseguentemente, la data delle operazioni di istruttoria e compilazione delle graduatorie slitta dal 30 novembre 2020 al 15 gennaio 2021.

A seguito della significativa variazione delle date, i controlli ex-ante, nella misura del 5% relativi alla campagna 2020/2021, non saranno eseguiti.

MISURA RISTRUTTURAZIONE RICONVERSIONE VIGNETI CAMPAGNE PRECEDENTI

Limitatamente alle campagne 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020 si specifica che a tutte le domande in essere ed in corso di liquidazione e che rientrino nella fattispecie di coloro che non hanno realizzato l’intera superficie oggetto della domanda di aiuto, non si applicano le ulteriori sanzioni specificate dal DM 1411.

  • 3 anni di esclusione dal contributo per la misura Investimenti prevista dall’OCM Vitivinicola se l’importo non speso è maggiore o pari al 50% dell’anticipo erogato;
  • 2 anni di esclusione dal contributo per la misura Investimenti prevista dall’OCM Vitivinicola se l’importo non speso è maggiore al 30% ma inferiore al 50% dell’anticipo erogato;
  • 1 anno di esclusione dal contributo per la misura Investimenti prevista dall’OCM Vitivinicola se l’importo non speso è maggiore al 10% ma inferiore o uguale al 30% dell’anticipo.
  • per coloro che non abbiano realizzato almeno il 50% della superficie ammessa, gli Organismi Pagatori non procedono all’incameramento della fidejussione

Inoltre, in considerazione della situazione emergenziale attuale, del tutto assimilabile ad una causa di forza maggiore, si ritiene opportuno posticipare le scadenze di presentazione delle domande di variante\proroghe delle domande di sostegno per le quali deve presentarsi, come da cronoprogramma, una domanda di saldo entro il 20 giugno 2020.

Per le campagne 2017/2018 e 2018/2019 il termine ultimo per la presentazione della domanda di pagamento del saldo è fissato al 20 giugno 2021.

Limitatamente alla campagna in essere, la 2019/2020, viene consentito ai beneficiari la modifica del progetto già approvato da annuale a biennale e da biennale a triennale.

Per le domande di saldo relative alle domande di sostegno con pagamento in anticipo campagna 2017/20182018/2019 e 2019/2020, la presentazione della richiesta di proroga per emergenza Covid- 19, deve pervenire entro il 17 maggio 2020 all’Ufficio regionale territorialmente competente e comunque deve essere inserita sul portale SIAN entro e non oltre il 30 maggio 2020

Per le domande di saldo relative alle domande di sostegno con pagamento a collaudo della campagna 2019/2020 la domanda di variante deve essere presentata entro il 17 maggio 2020 e la conseguente autorizzazione, da parte dell’Ufficio regionale territorialmente competente, entro e non oltre il 30 maggio 2020.
La richiesta del cambio di erogazione del contributo (da collaudo ad anticipo e viceversa), invece, deve essere presentata entro il 08 maggio 2020 e la conseguente autorizzazione, da parte dell’Ufficio regionale territorialmente competente, entro e non oltre il 14 maggio 2020