Deroghe al greening per l’anno di domanda 2022

Deroghe al greening per l’anno di domanda 2022

26 Marzo 2022

L’Unione europea ha sbloccato le cosiddette aree ecologiche (EFA) previste dal greening (ovvero il 5% della superficie a seminativi), concedendo per quest’anno anche la deroga all’uso degli agrofarmaci e quindi permettendo la normale coltivazione di queste superfici.

La Decisione di Esecuzione (UE) 2022/484 della Commissione del 23 marzo 2022 infatti adotta disposizioni che derogano a talune condizioni relative al pagamento di inverdimento per l’anno di domanda 2022, al fine di aumentare il potenziale di produzione agricola dell’Unione sia per ciò che riguarda l’approvvigionamento dell’alimentazione umana che animale.

Nella sostanza, per consentire agli agricoltori di utilizzare il più possibile delle loro superfici disponibili per la produzione di alimenti e di mangimi, per l’anno di domanda 2022 gli Stati membri possono decidere di derogare alle condizioni relative previste dal greening, nel dettaglio:

  1. DIVERSIFICAZIONE DELLE COLTURE: i terreni lasciati a riposo sono considerati una coltura distinta anche se tali terreni sono stati utilizzati per il pascolo o la raccolta a fini di produzione o sono stati coltivati con colture azoto fissatrici;
    Ad esempio, un agricoltore aveva scelto una diversificazione di 100 ettari a grano, 70 a girasole e 30 a terreno a riposo. Dopo questa decisione, l’agricoltore può coltivare i 30 ettari a riposo, anche a girasole.
  2. AREE DI INTERESSE ECOLOGICO: i terreni lasciati a riposo siano considerati aree di interesse, anche se tali terreni sono stati utilizzati per il pascolo o la raccolta a fini di produzione o sono stati coltivati con colture azoto fissatrici; inoltre, se gli Stati membri si avvalgono di questa deroga, possono anche decidere di consentire l’utilizzo di prodotti fitosanitari su tali superfici.
    Ad esempio, un agricoltore aveva scelto un ordinamento colturale di 100 ettari a mais, 70 a grano e 30 a terreno a riposo. Dopo questa decisione, l’agricoltore può coltivare i 30 ettari a riposo, anche a mais.
    Altro esempio, un agricoltore aveva scelto un ordinamento colturale di 100 ettari a mais, 70 a grano e 30 azotofissatrici. Dopo questa decisione, l’agricoltore può coltivare i 30 ettari ad azotofissatrice, anche con uso di fitofarmaci e diserbanti. Tali deroghe hanno validità esclusivamente per l’anno di domanda 2022 e, affinché siano valide, devono essere adottate dagli Stati membri e poi, tali decisioni, vanno notificate alla Commissione entro sette giorni dalla data della loro adozione.

Entro il 15 dicembre 2022, gli Stati membri devono comunicare alla Commissione il numero di aziende che si sono avvalse delle deroghe e il numero di ettari ai quali sono state applicate tali deroghe.

Tale comunicazione servirà per misurare l’aumento effettivo della superficie a seminativo totale disponibile per la produzione di alimenti e mangimi che hanno generato queste decisioni e l’impatto che hanno avuto sull’offerta e sulla domanda di prodotti agricoli.

Luigi Bello
Cresciuto in un’area a forte vocazione agricola, inebriato dal profumo e dai colori della propria terra, nasce sin dall‘infanzia una spiccata passione per il settore agricolo/rurale che mi ha accompagnato nella vita e negli studi. Ho scelto quindi di impegnarmi nel dare impulso alle attività imprenditoriali che operano nel mondo agricolo e ad esso connesse. Attualmente quindi mi occupo di assistere le imprese in tutte le pratiche tecniche di natura agricola.
Non perdere i nuovi articoli, iscriviti
alla nostra newsletter gratuita!
Ricevi novità e aggiornamenti nella tua casella email

logo
Studio Consulenza Agraria
Per. Agr. Luigi Bello
P.IVA 0768936072
Seguici su 
Informazioni
Via Tito Speri, 5 - 70010
Sammichele di Bari (Ba)

Tel:     080 89 17 133
Mob:  347 318 60 92
sportelloagricoltura.it@gmail.com
© Copyright 2022 SportelloAgricoltura.it | Professionisti in agricoltura
userscalendar-full linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram